Browsed by
Autore: AD&F

Disprassia tra casa e scuola: strategie e diritti

Disprassia tra casa e scuola: strategie e diritti

SABATO 1 Dicembre 2018

AULA MAGNA – CAMPUS LUIGI EINAUDI

Lungo Dora Siena 100 – Torino

 

8.30-9.00: REGISTRAZIONI

9.00: IL CONTRIBUTO DI AD&F PER LA TUTELA DEI DIRITTI DEI SOGGETTI DISPRASSICI  Ludovica Poli (AD&F)

9.15: LA DISPRASSIA E LE ABILITA’ GRAFOMOTORIE: DALLA SCUOLA DELL’INFANZIA A QUELLA SECONDARIA Lucia Tannoia (TNPEE) e Chiara Curcuglioniti (TNPEE)

10.45: Pausa

11.00: DISPRASSIA VERBALE EVOLUTIVA: IMPATTO NELLA VITA QUOTIDIANA E A SCUOLA  Laura Pagliero (Logopedista) e Paola Pagone (Insegnante di sostegno)

12.00: “… BELLO SE ESSERE UNICI FOSSE UN VALORE”: ESPERIENZE DI UN GENITORE  Emanuele Preziosa

12.20: PRESENTAZIONE DEL PROGETTO InsuperAbili  Davide Leonardi

12.30: Dibattito

E’ richiesta gentile conferma di adesione all’indirizzo:

http://ade-f.org/registrazione-evento-1-dicembre/

INGRESSO LIBERO

Scarica locandina Adef Convegno TO 1 dicembre 2018

Disprassia: presentato il DDL

Disprassia: presentato il DDL

Il 25 ottobre 2018 è stato presentato al Senato il DDL per il riconoscimento della disprassia come disabilità ai fini dell’inclusione scolastica e accademica, dell’integrazione sociale e dell’inserimento professionale nonché del conseguimento della patente di guida.

Possiamo seguire l’iter qui: http://www.senato.it/japp/bgt/showdoc/18/DDLPRES/0/1083156/index.html?part=ddlpres_ddlpres1

All’annuncio della presentazione in Parlamento del disegno di Legge sulla disprassia è seguita l’approvazione e il sostegno di moltissimi, soci e non. Di questa grande partecipazione vogliamo ringraziarvi di cuore. Alcuni hanno chiesto delucidazioni sul contenuto della Legge. Purtroppo, finché non verrà pubblicato il testo del disegno di legge nelle forme istituzionali, non sarà possibile la divulgazione. Tuttavia anticipiamo, sia pure schematicamente, il “cuore” della Legge.

Siamo partiti da alcuni presupposti:

  1. La Disprassia, in sé, è una disabilità (secondo i canoni della Convenzione ONU sulla disabilità 2006; e secondo quanto stabilito dalla Sentenza Corte Cost. n. 80/2010); è un disturbo del neurosviluppo che impatta in modo significativo sulle attività della vita quotidiana e sugli apprendimenti; essa permane anche in età adulta (Dyspraxia Foundation – Secondary Dyspraxia Factsheet 2016 – “DCD is a lifelong condition”);
  2. La disprassia colpisce in modo assolutamente diversificato, in termini di estensione dei vari distretti ed intensità;
  3. Fondamentale la figura dell’adulto di riferimento (sostegno)

La Legge si propone pertanto di riconoscere autonomia alla diagnosi di disprassia e specificità di trattamento legislativo, riabilitativo e scolastico.

Si prevede pertanto che il medico specialista compia due passaggi:

1) DIAGNOSI DI DISPRASSIA (indipendentemente da comorbilità o meno con altri disturbi, ma è sufficiente che ci sia una diagnosi di disprassia);

2) VALUTAZIONE, IN RELAZIONE AL CASO SINGOLO, DEL GRADO DI COMPROMISSIONE DELLE ABILITA’ QUOTIDIANE

A questo punto, è il medico specialista che stabilisce quale disciplina sia più appropriata per il caso singolo e dunque:

– Nei casi di compromissione più severa (e, si ribadisce, anche in assenza di comorbilità), si accede alla L. 104/92 (PEI + INSEGNANTE DI SOSTEGNO + EDUCATORE) – in tal caso la disprassia assurge a disabilità di per sé;

– Nei casi meno gravi, di minor compromissione delle abilità riconducibili all’età del soggetto, si procede all’applicazione di quanto previsto dalla Legge Disprassia (quella, appunto, presentata) e cioè OBBLIGO DI PDP + STRUMENTI COMPENSATIVI + TUTOR

 

Laddove poi la disprassia si associ in comorbilità ad altri disturbi o si presenti in quadro DSA, resta ferma la possibilità, come peraltro accade allo stato attuale, di accedere rispettivamente alla L. 104/92 e alla L. 170/2010.

Identica logica si applica in relazione all’inserimento lavorativo.

Norme specifiche sono inoltre previste per il conseguimento della patente di guida (es. esame di guida sostenibile con cambio automatico).

 

Le Libertà in Persona

Le Libertà in Persona

In occasione del XV Congresso dell’associazione Luca Coscioni, in corso dal 5 al 7 ottobre presso la sede dell’Università degli studi di Milano in via Festa del Perdono 7, AD&F ha avuto l’opportunità di esporre il tema della diprassia ad una platea da sempre sensibile ai diritti delle persone che per vari motivi versano in difficoltà.
Nel suo intervento la vice presidente Chiara Colombo ha messo l’accento su un obiettivo che AD&F si è posta ed il cui raggiungimento costituisce un presupposto imprescindibile per garantire ai soggetti disprassici terapie e strumenti adeguati che possano supportarli nel difficile percorso della quotidianità scolare, lavorativa e sociale: la necessità di una tutela giuridica che si concretizza con la promulgazione di una legge che riconosca a tutti gli effetti la disprassia come disabilitá.
In questo impegnativo percorso AD&F è supportata oltre che dall’associazione Luca Coscioni anche dal senatore Riccardo Nencini.

 

XV Congresso

La disprassia a scuola: didattica innovativa e inclusione scolastica

La disprassia a scuola: didattica innovativa e inclusione scolastica

AD&F in collaborazione con l’Università degli Studi Milano Bicocca e con il patrocinio dell’Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia organizza l’evento

La disprassia a scuola: didattica innovativa e inclusione scolastica

Data: 5 ottobre 2018
Sede: Aula U1-09 Università Bicocca – Piazza della Scienza 1, Milano

14:00 Apertura registrazioni

14:20 Benvenuto dell’Università degli studi di Milano-Bicocca e presentazione progetto IBIS – Mirta Vernice

14:30 Presentazione AD&F – Francesca Onofri (Presidente AD&F)

14:40 La disprassia: dal riconoscimento alla diagnosi – Annalisa Risoli, Medico chirurgo specialista in Medicina fisica e riabilitazione, Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano

15:30 Approccio multidisciplinare per sostenere il benessere in classe nei processi di crescita degli studenti con disprassia – Manuela Capettini, Fisioterapista ed arteterapeuta clinica, Equipe Riabilitativa Vicardial, Milano

16:30 Pausa

16:45 La disprassia tra i banchi di scuola: un ‘esperienza della scuola primaria – Marcella Ghilardi, Insegnante per il sostegno, Scuola Primaria paritaria Andrea Mandelli, Milano

17:15 IBIS: una ricerca-azione su inclusione scolastica e nuove tecnologie – Mirta Vernice, Ricercatore post doc, Capo progetto IBIS, Università degli studi di Milano – Bicocca

17:45 Question Time

Iscrizioni al link: http://ade-f.org/registrazione-evento-5-ottobre/

INGRESSO LIBERO

E’ gradito qualunque contributo economico a sostegno delle attività della nostra associazione

LA DISPRASSIA VISIVA

LA DISPRASSIA VISIVA

Milano, 5 maggio 2018

Centro Vicardial – Via Felice Casati 32


14.00 Apertura registrazioni

14.30 – 15.00 Progetto IBIS / L’osservazione di un genitore
Chiara Colombo

15.00 – 15.30 Cosa è la disprassia visiva
Marina Stazzi, ortottista

15.30 – 16.00 L’importanza della valutazione ortottica e l’indagine precoce
Elisa Cassago, ortottista

16.00 – 16.15 Pausa lavori

16.15 – 16.45 L’importanza della correzione dei vizi refrattivi
James Landini, oculista

16.45 – 17.17 La Riabilitazione visiva
Martina Pelorosso, ortottista

17.15 – 18.00 Spazio di discussione e condivisione

EVENTO GRATUITO PREVIA REGISTRAZIONE:
http://ade-f.org/registrazione-evento-5-maggio/

Read More Read More